Attività di accoglienza Classi Prime

Il Progetto Accoglienza è un  momento importante  per l'inserimento dei nuovi alunni. La nostra scuola lo attua ormai da diversi anni con specifiche attività da svolgersi nei primi giorni di scuola e per alcune attività anche nel primo mese, attività atte a favorire l'integrazione, la conoscenza e lo stare insieme. Per i docenti è il momento della osservazione dei ragazzi per quanto concerne i comportamenti e la socializzazione, utili per integrare e  fornire una serie di informazioni aI consigli di Classe ai fini della programmazione di classe e disciplinare.

 

Le finalità del progetto sono quindi:

  • Favorire la conoscenza delle strutture scolastiche, del percorso formativo e ad un uso corretto del materiale didattico e dei laboratori
  • Promuovere relazioni tra gli alunni e docenti per crerare un clima sereno e motivante verso lo studio
  • Favorire la socializzazione e l'integrazione nel gruppo classe
  • Ridurre l'impatto con la scuola superiore grazie all'impatto con i docenti anche al di fuori dell'ambito scolastico.
  • Trasmettere da subito nei ragazzi quanto previsto nel PTOF in merito ai rapporti con il territorio, cioè un’idea di scuola “intesa come comunità attiva, aperta al territorio e in grado di sviluppare e aumentare l'interazione con le famiglie e con la comunità locale”,...  scuola non solo come agenzia per istruzione, ma come servizio in rete con altre agenzie territoriali, significa avviare e consolidare la buona pratica della concertazione e del progetto integrato

I ragazzi sono stati accolti in Aula Magna con i saluti del Dirigente Scolastico prof. Giosuè Ferruzzi e poi  i docenti della classi li hanno accompagnati nella visita ai laboratori ed hanno dialogato con i ragazzi sul Regolamento d'Istituto sempre favorendo la socializzazione. 

La prima uscita è stata la visita al Centro Storico di Bernalda, i ragazzi "Apprendisti Ciceroni" del Liceo Scientifico e della sezione Turistico dell'ITCG hanno presentato ai ragazzi la Chiesa Madre e il Castello di Bernalda, il cui restauro 

è terminato solo qualche mese fa. E' stata l'occasione per presentare  "la cartolina di Bernalda",ossia il suo Castello e la Chiesa, sia agli alunni bernaldesi e soprattutto agli studenti pendolari che nella nostra cittadina hanno deciso di trascorrere cinque anni della loro vita. Al termine della visita, spazio alla musica, i ragazzi dell'indirizzo musicale, provenienti dall'IC Pitagora si sono esibiti nel Castello  in una straordinaria jam session .

Anche quest'anno non abiamo trascurato Metaponto e la Magna 

Grecia, un unicum imprendiscindibile per molte attività svolte dalla nostra scuola negli ultimi anni. I ragazzi sono stati accompagnati al  Museo Nazionale di Metaponto, dove i docenti didiscipline umanistiche hanno tenuto una lezione di storia tra 

le preziose teche del nostro Museo. Poi il gruppone di oltre un centinaio di ragazzi ha raggiunto l'arenile dove si sono cimentati nella III edizione dei Pitagora' Games, giochi sportivi a squadre dedicati al grande filosofo che in questa terra ha insegnato ed è morto. La novità della terza edizione è stata l'introduzione della creatività oltre alle gare sportive vere e proprie, i ragazzi si sono cimentati nella gara di Sculture di Sabbia. Sono venute fuori dei lavori veramente interssanti che hanno sucitato meraviglia e .. "selfie" da parte dei turisti presenti sull'arenile.

Nell'ambito del progetto accoglienza non poteva mancare la ciclopasseggiata nella Chora,   un'attività divenuta buona pratica , ormai consolidata,siamo alla V edizione ed ha  sempre suscitato un grande entusiasmo sia nei ragazzi  e soprattutto nella popolazione locale. In merito quest'anno , la ciclopasseggiata si svolgerà in gran parte nel centro urbano di Bernalda allo scopo di stimolare le popolazioni locali all'uso della bicicletta , non a caso l'iniziativa viene inserita nella Settimana per Mobilità Sostenibile 2018.

 

Le attività sono state possibili grazie al sostegno del Comune di Bernalda , del Lido Nautilus, del Fai Costa Jonica, del Ristorante Oasi e soprattutto della associazione Cea Bernalda Metaponto che ha sostenuto le attività inserendole  nell attività di animazione territoriale programmate.