Giornate FAI di Primavera

Nelle giornate di primavera ,Bernalda e Metaponto sono stati  presenti con tre beni aperti dal FAI , di cui due inediti al grande pubblico.

Oltre ai giardini di Palazzo Margherita,già presenti nelle giornata Fai Marathon di autunno, sono stati inseriti anche la Masseria Sant’Angelo Vecchio all’Avenella e l’Abbazia San Salvatore.

Questi ultimi due beni, grazie al FAI , al Cea B&M ed ai rispettivi proprietari, le famiglie Sarubbo e Barchiesi , sono stati perti eccezionalmente al pubblico per le giornata Fai di Primavera nei giorni 19 e 20 Marzo.

A presentare i tre monumenti ci hanno pensato “Gli apprendisti Ciceroni” del Liceo Scientifico e del ITCG indirizzo Turismo di Bernalda, La partecipazione rientrava nelle attività di Alternanza Scuola Lavoro .

Nello specifico:
La classe Terza A del Liceo Scientifico è stata impegnata a Sant'angelo Vecchio all'Avenella e ,quasi a sorpresa, il sito più complicato da raggiungere, ha visto la presenza di quasi 500 visitatori,che hanno apprezzato la chiesetta dedicata a Sant'Angelo, la Masseria appena ristrutturata parzialmente, la necropoli ,la fornace e  i resti della fattoria Magno Greca,purtroppo in uno stato di pessima conservazione. Nella fattoria ,gli archeologici, nella splendida area naturalistica, stanno ancora cercando un tempio sacro nei pressi delle sue numerose sorgenti, risalente al VI sec a.c. Numerosi apprezzamenti ai ragazzi della IIIA, classe tra l'altro di scienze applicate, che nonostante l'indirizzo di studi improntato sulle discipline scientifiche, si è impegnata egregiamente, tirando fuori il meglio di sè.

La classe Terza C è stata impegnata alla Abbazia di San Salvatore.Grande affllusso di pubblico anche in questo sito, purtroppo i visitatori sono arrivati a folate e quindi è stato complicato da gestire, si è arrivati a fare anche gruppi di venti visitatori per soddisfare le richieste di tutti i visitatoti.Stimati anche quì quasi 500 visitatori, i ragazzi della 3C hanno incantato i visitatori , ricevendo complimenti a scena aperta,anche dagli addetti ai lavori,per la passione e competenza che ci hanno messo nella descrizione dei luoghi. Anche nei momenti critici, hanno dato veramente il massimo.

Le  classi III B, IV B e VA Turistica erano impegnate ai giardini di Palazzo Margherita.Era il fiore all'occhiello dei siti in mostra,il palazzo più noto,per via della trasformazione in hotel di lusso da parte di F.F.Coppola. Erano impegnati nella descrizione di questo bene, ben tre classi, come già a fine ottobre, le code erano veramente lunghe con tempi di attesa problematici,ma ben gestiti dai ragazzi Ottimo il lavoro dei ragazzi impegnati ,che diligentemente hanno saputo gestire la calca,soprattutto nella giornata di Domenica. Il numero dei visitatori stimati è stato pari ad un migliaio.

Buoni i risultati pure da Ferrandina, dove una IV classe del Liceo Scientifico è stata impegnata nello stesso progetto, con ottimi risultati di pubblico.

 L'impresa era delle più impegnative, gestire tre siti contemporaneamente, dislocati a qualche km di distanza,con 77 ragazzi di 16 anni , nel week end della festività  palme, dalla 8 alle 19 di sera,  non è stata una cosa facile. Il successo è stato possibile grazie all'impegno ed alla serietà  soprattutto di questi "77 Ciceroni", dei docenti Geremia Ninno, Donata Venezia, Giuseppe Torraco, Pietro De Nittis, Antonietta Di Benedetto, Lucia Carella, Gaetano Carriero, Rossella Lopatriello,Imma Gallitelli, Mariluce Benedetto,Antonietta Benedetto,Paola Distasi e Maria Paladino dei tutor esterni Angelo Tataranno ,Franca Digiorgio e Francesco Marsiglia. Ovviamente un ringraziamento al Dirigente Scolastico Giosuè Ferruzzi,per il coordinamento del progetto.

Un ringraziamento ai proprietari delle strutture, per Sant'Angelo alla famiglia Sarubbo, per San Salvatore alla famiglia Barchiesi e alle dott.sse R.De Filippo e G.Boccia per i giardini di Palazzo Margherita.

Un visitatore, a fine visita è venuto al tavolo ed ha detto allo staff di essere rimasto colpito dalla una frase di un Cicerone... L'ambiente è arte,natura e paesaggio e si ama e si rispetta ciò che si conosce.   Bene avanti così. 
 

Missione compiuta, obiettivi raggiunti, si continua su questa strada, scuola e territorio sono un unicum indissolubile, su cui lavorare .

VEDI LA MAPPA

Vedi altri Beni FAI aperti in Regione in occasione delle Giornate Fai di Primavera