Pitagora box, il lato comico di una tragedia matematica

La matematica è spesso percepita come un linguaggio ostile. Sebbene rappresenti una vera chiave di accesso alla modernità, rimane per molti come un senso di inadeguatezza rispetto al sapere matematico, come se fosse impossibile aprire la porta di quella conoscenza deduttiva..... Su queste premesse l'attore Andrea Mazzacavallo ha costruito il suo spettacolo teatrale, un monologo interattivo tutto basato sulla Matemtica, su Pitagora e sul grande Ippaso d Metaponto(il suo cartone animato riceve diversi riconoscimenti).Lo spettacolo è stato prodotto dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci.

Uno spettacolo che da tre anni sta imperversando in tutte le scuole d'Italia e che all'IIS Bernalda abbiamo fortemente voluto per i nostri studenti. Per la prima volta in Basilicata, nella terra di Pitagora e Ippaso al Palacampagna, davanti a 400 studenti del Liceo e ITCG e a 100 ragazzi delle scuole medie, Andrea Mazzacallo ha presentato il suo spettacolo il 4 febbraio u.s.I commenti dei ragazzi sono stati positivi e per la scuola l'occasone per ripresentare due illustri nostri "concittadini" in una nuova veste.

L'organizzazione dell'evento è stata delle due assocuazione "Io amo Metaponto" e "Cea Bernalda e Metaponto" in concerto con l'IIS Bernalda, entrambe impegnate in una serie di manifestazioni culturali, che devono consolidare il legame tra Pitagora e  la nostra terra, allo scopo di promuovere azioni di sviluppo culturale sostenibile.

 

Attività a cui le due scuole del territorio hanno manifestato più volte un forte interessamento, con la partecipazione alle diverse attività extracurriculari .

 

 

 

 

 

 

 

Chi è Andrea Mazacavallo?

Andrea Mazzacavallo, comincia all'età di 9 anni i suoi studi musicali, orientati sul pianoforte classico e successivamente sul jazz e la sperimentazione vocale.

Nel 1995 vince il premio dedicato a Demetrio Stratos "Cantare la voce".

Nel 2000 pubblica il suo primo album prodotto dal musicista napoletano Gigi De Rienzo.

Con la canzone Nord-est partecipa a Sanremo 2000 classificandosi 18mo,ma riceve diversi riconoscimente della critica.

 Due mesi dopo si laurea in Storia e Filosofia con una tesi dal titolo "Gioco di simulazione e conoscenza umana" presso l'Università di Bologna.

Nel 2002 pubblica un secondo album intitolato Low-fi relativo ad una produzione di teatro comico. Prosegue la sua attività di musicista e autore e realizza numerosi spettacoli sia di cabaret che di teatro-canzone.

Nel 2003 partecipa al festival della musica uzbeka a Taskent.

Dal 2000 svolge l'attività di insegnante di sperimentazione vocale e pianoforte, alternandosi come autore di colonne sonore per teatro, televisione e cinema.

Nel 2006 vince il Leoncino d'oro alla Biennale teatro di Venezia con la colonna sonora dello spettacolo di Carlo Gozzi "Il Corvo".

Nel 2007 tiene un seminario sulla "Musica e vocalità nella commedia dell'arte" presso L'Università coreana di Seoul. Lo stesso anno firma la colonna sonora dello spettacolo scritto da Tiziano Scarpa

L'ultima casa che vince il premio "Chi è di scena" alla Biennale di Venezia. Nel 2008 realizza la musica dello spettacolo di circo-teatro Cirk per la regia dell'olandese Ted Keijser.

Nel 2009 collabora con la regista finlandese Stella Parland come attore e musicista per spettacolo sul dadaismo “Kallakalkon”(tacchino freddo) per il Klockrike Teatern di Helsinki.

Successivamente realizza otto cortometraggi sul tema del lavoro per Rai Uno. Nel 2011 pubblica la sua raccolta di racconti con colonna sonora “Ticket”.

Nel 2013 realizza il progetto "Pitagora-box. Il lato comico di una tragedia matematica" in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci.